Normativa Patrocinio

L’istituto del patrocinio a spese dello Stato garantisce il diritto costituzionale di difesa.

Esso consente ai cittadini non abbienti, al fine di essere rappresentati in giudizio sia per agire che per difendersi, di poter nominare un avvocato e farsi assistere a spese dello Stato.
L’istituto del patrocinio a spese dello Stato vale nel processo civile, amministrativo, contabile e tributario ed anche nelle procedure di volontaria giurisdizione (separazioni consensuali, divorzi congiunti etc.); esso vale anche nel processo penale.

Condizione per essere ammessi al patrocinio a spese dello stato è quella di essere titolari, in linea generale, di un reddito annuo imponibile, secondo l’ultima dichiarazione dei redditi, non superiore a euro 11.528,41 (Aggiornamento da Decreto del Ministro dela Giustizia 7 maggio 2015 in Gazzetta Ufficiale n. 186 del 12 agosto 2015 )

MATERIALE E DOCUMENTAZIONE PER L’AVVOCATO

MATERIALE E DOCUMENTAZIONE PER IL CITTADINO

Testo Unico Spese di Giustizia